ARCHIVIO COSTOZERO

 
Cerca nel sito



Vai al numero in corso


  Dicembre 2012

Articoli n░ 4
MAGGIO 2005
 
news da bruxelles - Home Page
stampa l'articolo stampa l'articolo

IL SOSTEGNO FUTURO ALLE PMI
COMPETITIVITÀ E INNOVAZIONE NELL'UE
La Commissione elabora un Programma Quadro per il periodo 2007-2013

Salvatore Vigliar
Docente di Diritto dell’Informazione e della Comunicazione - Università della Basilicata
Esperto di Politiche Comunitarie
savig@tin.it

Il Consiglio europeo della primavera del 2003 aveva richiesto alla Commissione l'adozione di «...una strategia integrata in materia di competitività che deve essere elaborata valutando periodicamente le questioni sia orizzontali che settoriali...». Nella sua risposta, la Commissione aveva realizzato un'analisi preliminare dei settori d'attività rilevanti, sottolineando la necessità di stimolare l'iniziativa imprenditoriale, attrarre capitali di rischio in misura sufficiente per l'avvio di nuove imprese e sostenere una forte base industriale europea agevolando allo stesso tempo l'innovazione, in particolare nel settore ecologico, investimenti maggiori e migliori nell'istruzione e nella formazione, il recepimento delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC) e l'uso sostenibile delle risorse. In occasione di tale analisi, si era altresì manifestata l'opportunità di presentare proposte nel quadro del lavoro preparatorio per il prossimo esercizio finanziario, che definisce il progetto politico per l'Unione allargata 2007-2013. Lo scorso 6 aprile è stata pubblicata, ad opera della Commissione, la proposta (di decisione del Parlamento Europeo e del Consiglio) avente a oggetto l'istituzione di un "programma quadro per la competitività e l'innovazione" (CIP), che riunirà in un quadro comune tutti i programmi comunitari elaborati in relazione a settori chiave per la promozione della produttività, della capacità d'innovazione e dello sviluppo economico. In particolare, risultano interessate le misure comunitarie attualmente vigenti e aventi ad oggetto il programma di azioni comunitarie a favore della competitività dell'industria europea (decisione 96/413/CE del Consiglio), il programma pluriennale a favore dell'impresa e dell'imprenditorialità (decisione 2000/819/CE del Consiglio), riguardante lo strumento finanziario per l'ambiente - LIFE - (regolamento CE n. 1655/2000 del Parlamento europeo e del Consiglio); il programma pluriennale per il monitoraggio del piano d'azione eEurope 2005 (decisione 2256/2003/CE del Parlamento europeo e del Consiglio), il programma comunitario pluriennale inteso a incentivare lo sviluppo e l'utilizzo dei contenuti digitali europei nelle reti globali e a promuovere la diversità linguistica nella società dell'informazione (decisione 2001/48/CE del Consiglio), il programma pluriennale di azioni nel settore dell'energia: "Energia intelligente-Europa" per sostenere l'efficienza energetica e fonti energetiche rinnovabili (decisione 1230/2003/CE del Parlamento europeo e del Consiglio). Gli obiettivi e le categorie destinatarie del CIP sono molto ampie, per cui la struttura del programma riconosce la necessità di mantenere la visibilità delle singole componenti. Il CIP sarà quindi composto da sottoprogrammi specifici: il programma per l'innovazione e l'imprenditorialità, quello di sostegno alla politica in materia di TIC, il programma Energia intelligente-Europa. Il CIP sarà aperto alla partecipazione degli Stati membri del SEE, dei paesi candidati e dei Balcani occidentali. Altri paesi terzi, in particolare quelli vicini o interessati a cooperare con la Comunità relativamente alle attività nel campo dell'innovazione, possono partecipare al programma quadro se previsto da accordi bilaterali.
Programma per l'innovazione e l'imprenditorialità
Il Consiglio europeo di primavera del 2004 ha sottolineato che «... competitività, l'innovazione e la promozione di una cultura imprenditoriale sono condizioni determinanti per la crescita - essenziali per l'economia nel suo insieme - e particolarmente importanti per le piccole e medie imprese...». Il programma per l'innovazione e l'imprenditorialità riunirà le attività sull'imprenditorialità, la competitività industriale e l'innovazione. Esso si rivolgerà in modo specifico alle PMI, dalle "gazzelle" ad alta tecnologia alle tradizionali microimprese e aziende a conduzione familiare, che formano la maggioranza delle imprese operanti nell'UE. Uno scarso accesso a forme di finanziamento adeguate è spesso indicato come una delle principali barriere all'imprenditorialità e all'innovazione nelle imprese. Il problema può essere esasperato da nuove norme contabili che renderanno le banche più sensibili ai rischi e che porteranno a una cultura del rating (come previsto dal Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria). Il programma per l'innovazione e l'imprenditorialità affronterà le persistenti e note carenze del mercato che sono causa di uno scarso accesso ai capitali netti (equity), ai capitali di rischio e ai prestiti per le PMI, per il tramite degli strumenti finanziari comunitari gestiti per conto della Commissione dal Fondo europeo per gli investimenti (FEI), l'organismo comunitario specializzato per la fornitura di capitale di rischio e strumenti di garanzia alle PMI.
Programma di sostegno alla politica in materia di TIC
Le azioni volte a promuovere l'adozione delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC) nelle imprese, presso le amministrazioni e i servizi del settore pubblico sono state portate avanti in particolare nel contesto dell'iniziativa eEurope, che promuove il coordinamento tra le azioni degli Stati membri. Fra queste vi è il finanziamento comunitario per il sistema eTEN (TEN Telecom), che sostiene la validazione e il lancio di servizi transeuropei basati sulle TIC. Esso comprende anche il programma eContent, volto a promuovere lo sviluppo di contenuti digitali europei innovativi, e MODINIS, che fornisce un sostegno diretto alle attività di analisi comparativa, agli studi, al dibattito e alle azioni di promozione e sensibilizzazione che concorrono a realizzare eEurope. L'assor-bimento delle TIC da parte del settore privato e pubblico è un elemento fondamentale per migliorare i risultati in termini di innovazione e competitività. Il programma specifico di sostegno alla politica in materia di TIC è dunque rivolto a sostenere l'innovazione tecnologica e i relativi investimenti, oltre che a ovviare alla frammentazione del mercato europeo dei contenuti digitali, promuovendo la produzione e la distribuzione on-line di prodotti e servizi. Anche se la maggior parte del sostegno finanziario per il lancio e il buon uso delle TIC viene dal settore privato e dagli Stati membri, l'intervento comunitario consente, in particolare, di sviluppare approcci comuni e azioni coordinate, di condividere le buone prassi e di dare vita a soluzioni armonizzate.
Programma Energia intelligente-Europa
Il programma Energia intelligente-Europa (2003-2006) continuerà e sarà ampliato nel quadro del CIP. In base all'articolo 175, paragrafo 1, del trattato, l'obiettivo del programma è quello di promuovere lo sviluppo sostenibile per quanto riguarda l'energia e contribuire al raggiungimento degli obiettivi generali di tutela ambientale, di sicurezza degli approvvigionamenti e di competitività. Il nuovo programma elaborato dal CIP sarà ripartito su tre settori specifici: a) efficienza energetica e uso razionale dell'energia, in particolare nei settori delle costruzioni e dell'industria ("SAVE"); b) fonti energetiche nuove e rinnovabili per la produzione centralizzata e decentrata di elettricità e calore e loro inserimento nell'ambiente e nei sistemi energetici locali ("ALTENER"); c) aspetti energetici dei trasporti, diversificazione dei combustibili, ad esempio mediante fonti energetiche nuove e rinnovabili in via di sviluppo e combustibili rinnovabili ed efficienza energetica nei trasporti ("STEER").

Il documento integrale è consultabile al seguente sito:
http://www.europa.eu.int

 

Download PDF
Costozero: scarica la rivista in formato .pdf
Maggio - 4.955 Kb
 

Cheap oakleys sunglassesReplica Watcheswholesale soccer jerseyswholesale jerseysnike free 3.0nike free runautocadtrx suspension trainingbuy backlinks
Direzione e Redazione: Assindustria Salerno Service s.r.l.
Via Madonna di Fatima 194 - 84129 Salerno - Tel. (++39) 089.335408 - Fax (++39) 089.5223007
Partita Iva 03971170653 - redazione@costozero.it