ARCHIVIO COSTOZERO

 
Cerca nel sito



Vai al numero in corso


  Dicembre 2012

Articoli n░ 4
MAGGIO 2005
 
ACS - Home Page
stampa l'articolo stampa l'articolo

ANCE SALERNO E PUBBLICA AMMINISTRAZIONE
UN PROGETTO DI FORMAZIONE
L'obiettivo è snellire le procedure e limitare il possibile conflitto con le aziende

di Antonio Lombardi
Presidente Associazione Costruttori Salernitani
info@costruttori.sa.it




L’ANCE Salerno è il primo organismo associativo datoriale in Italia che s'è fatto carico di organizzare e svolgere un master per funzionari della pubblica amministrazione, totalmente gratuito per i partecipanti. Le ragioni che ci hanno indotto alla pianificazione di un percorso formativo, peraltro di altissimo livello, risiedono nella circostanza che con sempre maggiore frequenza le aziende che operano nel comparto dei lavori pubblici vengono a imbattersi in carenze formative di responsabili di procedimento e addetti ai servizi pubblici. Ciò determina non solo evidenti difficoltà di dialogo, ma anche rilevanti ritardi nella definizione delle pratiche e delle istruttorie, o, addirittura nelle situazioni più gravi, litigiosità e contenziosi tra l'azienda e la p.a. che finiscono per incidere notevolmente sui tempi di cantierizzazione e realizzazione dell'opera medesima. Un'ulteriore motivazione che ha ispirato la pianificazione di questo master risiede nella volontà di perseguire uno snellimento marcato e considerevole delle procedure amministrative e burocratiche legate agli appalti pubblici: è evidente che un approfondimento così qualificato delle varie tematiche legate al lavoro, dalla predisposizione dei primi step procedurali fino alla materiale esecuzione dell'intervento, previene ed evita le principali problematiche che, anche quando non insorgono contenziosi tra imprese ed ente appaltante, spesso determinano ritardi nella realizzazione delle opere. Con questo iter formativo, che vedrà impegnati autorevoli esperti quali avvocati amministrativisti e civilisti di fama, giudici amministrativi, docenti universitari, rinomati professionisti del settore, riteniamo di porre un tassello di indubbio valore nel colmare l'handicap di dialogo che oggi così frequentemente caratterizza, in negativo, il rapporto tra impresa e stazione appaltante. Riteniamo non casuale l'enorme successo che l'iniziativa ha riscosso in tutti gli svariati ambiti della pubblica amministrazione: dalla Regione alla Provincia, dai Comuni alle Comunità montane, dai Consorzi di bacino a quelli di bonifica, tutti hanno dimostrato enorme interesse chiedendo di partecipare, attraverso i propri funzionari preposti, ai moduli di approfondimento: sette, tutti svolti al Centro Sociale di via Cantarella, al Quartiere Italia di Salerno. Ben 500 i funzionari e i tecnici iscritti al master: un dato che testimonia in maniera evidente come anche nella pubblica amministrazione sia fortemente avvertita l’esigenza di dotare il proprio apparato di un bagaglio culturale tale da prevenire i sempre più frequenti ricorsi alla giustizia amministrativa o ai tribunali. Le tematiche approfondite dal master spaziano del resto in tutti i pur complessi ambiti (tecnici, operativi, normativi) che segnano e caratterizzano un bando di gara. Otto i moduli di approfondimento che l'Ance ha individuato. Il primo riguarda i sistemi di realizzazione, con uno studio analitico della normativa nazionale e comunitaria, la tradizionale distinzione tra lavori, servizi e forniture, l'appalto e le varie procedure di selezione (licitazione, asta pubblica, appalto integrato), l'appalto concorso, la concessione fino al general contractor, la nuova figura invalsa per realizzare i lavori di adeguamento dell'autostrada Salerno-Reggio che potrebbe costituire per il futuro una significativa nuova interlocuzione per la pubblica amministrazione negli interventi infrastrutturali di grande complessità. Completano il programma del modulo il project financing, i servizi pubblici e i lavori in house, il contratto misto e il global service. Tutte queste tematiche saranno approfondite dall'avvocato Marco Corsini, dell'Avvocatura dello Stato, e dall'ingegner Lorenzo Criscuoli, Responsabile del Servizio Lavori Pubblici del Comune di Salerno. Il secondo modulo entra nel vivo delle problematiche legate alla programmazione e alla progettazione, con approfondimenti curati dall'ingegner Alessandro Coletta, già componente dell'Autorità di vigilanza sui lavori pubblici e dall'avvocato amministrativista romano Antonino Cimellaro. I temi trattati in questa sessione di lavori spaziano dal Rup e dalla realizzazione delle opere pubbliche, ai poteri dell'Autorità di vigilanza, alla programmazione dei lavori, all'attività di progettazione in senso stretto, nei vari livelli, ai criteri di affidamento esterno, alla verifica e validazione dei progetti fino alle procedure espropriative di cui al testo unico D.P.R. 327/2001. Il terzo modulo verte sul bando di gara e sui soggetti partecipanti (bando e lettera di invito, soggetti in tutte le loro possibili caratterizzazioni, dalle singole imprese alle Ati, dai consorzi occasionali e stabili fino, in particolare, al regolamento di mandato e ai patti paraconsortili). A curarlo è il dottor Marco Lipari, Consigliere di Stato. Il quarto modulo, affidato pure questo all'avvocato Corsini (peraltro assessore ai lavori pubblici del Comune di Venezia), approfondirà le tematiche legate alla scelta del contraente: sistema di qualificazione delle imprese, attestazione Soa, certificazione di qualità, autocertificazione e requisiti di partecipazione. Il quinto, curato dal dottor Roberto Garofoli, Consigliere di Stato, è centrato sull'appalto in tutti i suoi step tecnico-procedurali, dall'offerta ai criteri di aggiudicazione, dalle verifiche a campione all'offerta anomala, dalle commissioni aggiudicatrici agli effetti dell'aggiudicazione provvisoria e definitiva, fino all'impugnativa dell'aggiudicazione con approfondimenti legati agli effetti dell'annullamento e della revoca dell'aggiudicazione sul contratto già stipulato. Il sesto modulo, affidato al dottor Sergio De Felice, Consigliere di Stato, riguarda più strettamente il contratto e verte sull'aggiudicazione, sulla formazione e sulle garanzie. Il settimo modulo approfondisce l'esecuzione dei lavori. All'avvocato Michele De Cilla, amministrativista in Roma, è affidata un'esposizione analitica e dettagliata dei vari aspetti legati all'esecuzione dei lavori: la consegna, la contabilità, le varianti, i subappalti e le procedure di fornitura con posa in opera, fino al collaudo. L'ultimo modulo, curato dall'avvocato Salvatore Napoletano, amministrativista e docente a contratto di Diritto Amministrativo all'Università di Cassino, verte infine sul contenzioso in senso stretto, sulle cause più frequenti che lo determinano ma anche sui possibili accorgimenti tesi a prevenirlo. L'analisi concerne quindi le maggiori pretese dell'appaltatore, il contenzioso con la pubblica amministrazione, le riserve dell'appaltatore, le modalità di iscrizione e decadenza, l'accordo bonario e la risoluzione delle controversie con particolare riferimento all'arbitrato. Accorgimento quest'ultimo, che può valere a scongiurare le lungaggini legate ai processi amministrativi e civili. L'autorevolezza dei docenti e dei professionisti che l'Ance ha coinvolto in questo progetto, cui sono demandati i vari moduli, garantisce un approfondimento significativo delle varie problematiche ma anche degli accoglimenti tecnici e procedurali, pure possibili, per accelerare le procedure di messa a bando di interventi strutturali e infrastrutturali. Obiettivo questo non di secondaria importanza in una regione come la Campania dove la burocrazia incide, negativamente, in maniera probabilmente determinante nella realizzazione degli interventi. Il territorio necessita di urgenti investimenti per colmare l'handicap di infrastrutture rispetto ad altre aree del Paese: se la macchina burocratica delle varie amministrazioni preposte non ha un background culturale tale da poter snellire al massimo le procedure e limitare le eventualità di conflitto con le imprese appaltatrici, su ogni gara incomberà sempre una pericolosa incognita. Che l'Ance Salerno, con questo sforzo sul versante della formazione, ha inteso in qualche modo arginare.

Download PDF
Costozero: scarica la rivista in formato .pdf
Maggio - 4.955 Kb
 

Cheap oakleys sunglassesReplica Watcheswholesale soccer jerseyswholesale jerseysnike free 3.0nike free runautocadtrx suspension trainingbuy backlinks
Direzione e Redazione: Assindustria Salerno Service s.r.l.
Via Madonna di Fatima 194 - 84129 Salerno - Tel. (++39) 089.335408 - Fax (++39) 089.5223007
Partita Iva 03971170653 - redazione@costozero.it