ARCHIVIO COSTOZERO

 
Cerca nel sito



Vai al numero in corso


  Dicembre 2012

Articoli n░ 4
MAGGIO 2005
 
FORMAZIONE - Home Page
stampa l'articolo stampa l'articolo

EMIRATI ARABI
NUOVE OPPORTUNITÀ DI SVILUPPO
Un Forum per proporre il Sistema Italia come fornitore di know-how e competenza

Vittorio Paravia
Presidente Fondazione Antonio Genovesi Salerno - SDOA
sdoa@sdoa.it



Competitività e Internazionalizzazione sono le due parole ricorrenti che caratterizzano il dibattito politico-economico di questi mesi, in Europa ma soprattutto nel nostro Paese, dove i tassi di crescita degli ultimi anni presentano una tendenza stagnante ancora più marcata che nel resto dell'Unione. Anche il Governo ha indicato nella propria Agenda il tema della competitività come prioritario, sollecitato soprattutto dal mondo industriale, che più di ogni altro sta subendo le conseguenze negative della perdita di forza propulsiva della nostra economia e di conseguenza cede, sotto la spinta delle economie emergenti, rilevanti quote di mercato soprattutto nei settori tradizionali. La partita si gioca su due fronti: uno interno che prevede il riordino e il rafforzamento degli incentivi alle imprese, la diminuzione della pressione fiscale e contributiva totale, il finanziamento della ricerca e della formazione, la crescita dimensionale delle nostre aziende, l'ammodernamento degli apparati produttivi e la diffusione delle tecnologie; l'altro, esterno, che passa per l'apertura di nuovi mercati di sbocco e di relazioni internazionali commerciali e culturali con i mercati emergenti, in primis quelli asiatici e mediorientali. Gli avvenimenti degli ultimi anni, a partire dall'attentato alle Torri Gemelle per finire alla guerra in Iraq e alla persistente minaccia del terrorismo, hanno complicato il quadro delle relazioni internazionali ma non annullato del tutto le opportunità di contatto e sviluppo imprenditoriale tra la nostra cultura mediterranea e cosmopolita e i paesi arabi. In questo contesto si inserisce il Forum promosso dal Governo degli Emirati Arabi Uniti, con l'alto patronato della Presidenza della Repubblica e i patrocini del Governo Italiano e di Confindustria, che si terrà alla Fiera di Milano dall'8 al 10 giugno prossimi. L'organizzazione di UAE-Italy-Economic Partnership Forum è stata realizzata con il Ministero dell'Economia e della Pianificazione e la Federazione delle Camere di Commercio insieme con la INDEX Conferences and Exhibitions Organization Est., AL Wasata Marketing Consulting fz llc e la SDOA della Fondazione Antonio Genovesi Salerno. L'edizione italiana del Partnership Forum è voluta in ragione del grande successo che hanno ottenuto le precedenti edizioni estere tedesca e giapponese, già appuntamento annuale a seguito del volume di business creato. L'obiettivo del Forum è proporre il Sistema Italia come potenziale fornitore di know-how, tecnologia e competenza e gli Emirati Arabi come centro favorevole al business. Attraverso questa partnership sarà possibile favorire il legame tra Istituzioni, imprese, Enti e società finanziarie dei due Paesi; anche attraverso la creazione e lo sviluppo di joint-venture. Il Governo italiano, con lungimiranza, ha aderito prontamente all'iniziativa. Prima attraverso la concessione dei Patrocini poi, tramite le competenze del Ministero dell'Economia e delle Finanze e del Ministero delle Attività Produttive, con una fattiva collaborazione "a monte". Ciò ha evidenziato la cooperazione tra i livelli governativo, istituzionale e imprenditoriale che è propria di ogni nazione progredita e ha avvalorato l'importanza della cultura d'impresa.

Dubai - Sheik Nahayan Mabarak Al Nahayan, Ministro dell’Educazione degli Emirati Arabi Uniti, saluta Vittorio Paravia


Anche Confindustria, consapevole dell'importanza strategica degli UAE, patrocina l'evento attraverso il coinvolgimento delle associazioni di categoria. Inoltre, la fattiva collaborazione di Fiera Milano, attraverso il suo Presidente Perini assicura l'alto livello di quest’appuntamento. Grazie al Forum, le imprese italiane hanno l'occasione di entrare in contatto con un'economia liberista e in crescita in un Paese ricchissimo di greggio, dazi alle importazioni molto bassi (massimo 5%), assenza di tassazione sulle esportazioni e le re-esportazioni, ITC competitivo a livello internazionale, Free-Zones dotate di tutti i servizi e innumerevoli progetti edilizi in via di realizzazione, tra i quali le note "città tematiche". Inoltre, le infrastrutture degli Emirati sono integrate e moderne: ben dodici i porti attrezzati, sei eccellenti aeroporti internazionali, sistemi di comunicazione efficienti e una rete stradale sviluppata. A questo si deve aggiungere sicurezza e alta qualità della vita a basso costo. Gli Emirati collocati tra Europa e Asia sono prossimi anche ai mercati dell'Africa e del Subcontinente Indiano con un bacino d'utenza di due miliardi di consumatori. Nelle tre giornate fieristiche sono previsti: seminari e workshop che vedranno come relatori personaggi del mondo politico, economico e imprenditoriale della scena internazionale i quali esporranno ai partecipanti le grandi opportunità d'affari, di commercio e d'investimento possibili attraverso la cooperazione tra i due Paesi. Sessioni di business networking affiancano la trade exhibition che funge da vetrina per istituzioni, enti governativi, semi-governativi e aziende private emiratine e italiane: attraverso gli stands si ha l'opportunità di presentare servizi e prodotti offerti. Il Forum è rivolto a tutte le imprese che intendano re-allocarsi nella regione del Golfo e del Medio Oriente e a chi voglia stabilire centri di distribuzione negli Emirati Arabi. Sono invitate le imprese manifatturiere specializzate nell'high-tech, le aziende che operano nella tecnologia dell'informazione e della comunicazione, le istituzioni finanziarie, le imprese edili, le agenzie immobiliari e gli operatori turistici. Più specificamente si vuole offrire alla piccola media impresa italiana un nuovo orizzonte dove il mercato, ancora insaturo, non ha alterato il vantaggio economico. Difatti, le imprese italiane presenti oggi negli Emirati sono appena circa 70 di cui solo 18 di proprietà italiana al 100% perchè presenti nelle Free-Zones. La maggior parte di queste sono grandi aziende per le quali, come è ovvio, è più semplice l'allocazione all'estero. Gli investimenti negli UAE provengono soprattutto dal Giappone, dalla Germania, dagli USA, dal Regno Unito e dall'India, è quindi importante promuovere la cooperazione industriale tra il nostro Paese e gli Emirati rafforzando la partecipazione di pubblico e privato così da rilanciare il Made in Italy. Le imprese italiane che vorranno esplorare queste immense opportunità di crescita competitiva in un mercato tanto attrattivo potranno usufruire del tutoraggio di AL Wasata Marketing Consulting. Non è un caso che il Governo emiratino l'abbia voluta, attraverso l'INDEX, come partner per l'organizzazione e la promozione dell'evento. Anche l'ICE avrà un ruolo di collegamento tra le imprese italiane e quelle degli Emirati, infatti curerà la sessione business to business per facilitare l'incontro tra domanda e offerta di prodotti e servizi. INDEX e AL Wasata hanno poi scelto la SDOA, come sostegno a questa iniziativa, poichè la Scuola promuove la cultura d'impresa che è la base di un sano processo di sviluppo e incentiva l'occupazione giovanile. Inoltre la SDOA è già coinvolta in un progetto interculturale con le Università arabe che vede l'autorevole appoggio del Ministro dell'Educazione degli UAE, Sheik Nahayan Mabarak Al Nahayan. Il ruolo della SDOA sarà quindi centrale per creare le precondizioni culturali per le aziende del nostro territorio interessate a esplorare quest’importante opportunità di business. A tal proposito la Scuola, in contemporanea alla realizzazione di questa iniziativa, sta lanciando un nuovo corso di specializzazione (Professional Master), il Co.I.Ma - Commercio Internazionale e Marketing -, rivolto a giovani neolaureati che vogliono crearsi una professionalità spendibile in un contesto internazionale molto competitivo, ma pieno di grandi opportunità come quelle che saranno presentate nel Forum.

Per informazioni più dettagliate e per registrarsi al Forum visitare il sito ufficiale www.epforum.ae, accessibile anche attraverso www.sdoa.it. L'ufficio dello UAE - Italy Economic Partnership Forum è a Vostra disposizione al numero 06.85305494.

Download PDF
Costozero: scarica la rivista in formato .pdf
Maggio - 4.955 Kb
 

Cheap oakleys sunglassesReplica Watcheswholesale soccer jerseyswholesale jerseysnike free 3.0nike free runautocadtrx suspension trainingbuy backlinks
Direzione e Redazione: Assindustria Salerno Service s.r.l.
Via Madonna di Fatima 194 - 84129 Salerno - Tel. (++39) 089.335408 - Fax (++39) 089.5223007
Partita Iva 03971170653 - redazione@costozero.it