ARCHIVIO COSTOZERO

 
Cerca nel sito



Vai al numero in corso


  Dicembre 2012

Articoli n 10
DICEMBRE 2012
ENERGIA - Home Page
stampa l'articolo stampa l'articolo


I CONVEGNI DI AMBIENTARSI 2012



di Vincenzo Pellecchia, Sustainable Manager

Il 17 Novembre scorso si sono svolti "I CONVEGNI DI AMBIENTARSI 2012" – quinta edizione - presso la Sala Convegni di Fosof, il Salone del Software tecnico giunto, peraltro, alla ventunesima edizione: il primo Convegno dal titolo "Nuove frontiere delle Fonti di Energia Rinnovabili, l'evoluzione del sistema degli incentivi, la Cogenerazione ad alto rendimento e la valorizzazione delle biomasse", il secondo dal titolo "L'efficienza energetica nel residenziale e nel terziario: dalla domotica alla smart house". Le tematiche proposte, anche con numerosi Case Study da parte dei qualificati relatori, hanno riscontrato un rilevante interesse nella platea intervenuta; soprattutto si è riscontrata una totale condivisione di valori nello sviluppo crescente delle Fonti di Energia Rinnovabili e negli interventi di Efficienza energetica, dopo lo "scampato pericolo" del ritorno al nucleare conseguenza del voto referendario del 2011, ben 24 anni dopo il primo Referendum sul nucleare.
Si è ricordato che l'Italia è stata proprio nel 2011 leader mondiale per nuova capacità installata nel solare fotovoltaico con ben 9.000 MWp. Si sono evidenziati i benefici effetti della Green Economy sull'economia nazionale, nettamente in controtendenza alla recessione in atto dal 2008; il tutto con riduzione della dipendenza energetica dall'estero, con incremento dell'occupazione, con miglioramento della qualità ambientale e con lo sviluppo delle professionalità tecniche e di lavoro autonomo. Dalla relazione di Riccardo Accarino – Responsabile tecnico nazionale di Sonepar Italia – si evince che lo scorso ottobre 2012 è stato pubblicato il documento di una nuova strategia energetica per il Paese con le seguenti principali priorità nel medio-lungo periodo, ovvero per il 2020: Efficienza Energetica; Mercato del gas competitivo; Sviluppo sostenibile delle energie rinnovabili, per le quali si intende superare gli obiettivi europei (20-20-20) contenendo al contempo l'onere in bolletta. Mercato elettrico con sviluppo pienamente integrato con quello europeo.
Raffinazione e distribuzione dei carburanti. Sviluppo sostenibile della produzione nazionale di idrocarburi e modernizzazione del sistema di governance.
Le energie rinnovabili sono un elemento centrale della Strategia Energetica, con un più equilibrato bilanciamento tra le diverse fonti; la sostenibilità economica dello sviluppo del settore avviene con un allineamento dei costi di incentivazione ai livelli europei; una preferenza per le tecnologie con maggiori ricadute sulla filiera economica nazionale. Per il settore termico la strategia di sviluppo si basa su una serie di meccanismi specifici dedicati alle diverse categorie d'uso.
Per lo stimolo delle rinnovabili di piccola taglia si punta all'introduzione di un Conto Termico che incentivi le tecnologie più virtuose, coprendo una quota dei costi di investimento iniziale. L'onere atteso a regime per il sistema è di circa 900 milioni di euro l'anno con copertura sulle tariffe di gas. Il risparmio energetico e la produzione da fonte rinnovabile contribuiranno in modo significativo a garantirci per il futuro gli stessi attuali livelli di benessere raggiunti, migliorando inoltre la qualità dell'ambiente (aria, acqua, terra) in cui vivranno le prossime generazioni. Il provvedimento supporta le fonti rinnovabili termiche per il settore residenziale e per la pubblica amministrazione, per la quale prevede un contributo anche per alcune misure di efficientamento energetico. Nel primo gruppo di interventi ricadono le pompe di calore elettriche e a gas, le caldaie a biomasse e il solare termico, mentre nel secondo si trovano la coibentazione dell'involucro edilizio, gli infissi, le caldaie a condensazione e le schermature solari. L'incentivo varia in funzione dell'intervento considerato e ha una durata compresa fra due e cinque anni.
Per gli interventi di efficientamento energetico e per gli scaldacqua a pompa di calore il contributo è pari al 40% del costo di investimento – sottoposto a tetti massimi di spesa – erogato in rate annuali costanti e comprensivo di spese per diagnosi energetica e certificazione (riconosciute al 100% per la P.A. e al 50% per il privato). Dal 2010 ad oggi la campagna Eternit Free ha raccolto l'adesione di regioni, province e altre istituzioni che si sono impegnati a diffondere l'iniziativa sul loro territorio, questo nell'intervento di Dario Pastore del Circolo Orizzonti di Legambiente Salerno. Un'altra iniziativa nazionale è una "competizione" tra i Comuni che mette in evidenza i migliori risultati in termini di diffusione del solare: è basata sui dati che riguardano la diffusione del solare, calcolato in termini di rapporto tra la popolazione residente nei territori comunali e le installazioni di pannelli solari termici e fotovoltaici. L'intervento poi di Gerardo Calabrese, Assessore alle Politiche Ambientali del Comune di Salerno, ha evidenziato come l'Amministrazione Comunale ha aderito all'iniziativa denominata Patto dei Sindaci, promossa dall'Unione Europea, con l'obiettivo di ridurre entro il 2020 di oltre il 20% le emissioni di CO2.
Per il raggiungimento di tale obiettivo occorre redigere un programma di interventi definito con il nome PAES (Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile).
Quale migliore occasione del Convegno per rendere noti i risultati cui è giunto il gruppo di lavoro composto dall'Energy Manager del Comune di Salerno e dal Dipartimento di Ingegneria Industriale dell'Università di Salerno circa le azioni intraprese. Il Convegno sull'efficienza energetica nel residenziale e nel terziario ha visto ancora un rilevante contributo da parte del Dipartimento di Ingegneria Industriale dell'Università degli Studi di Salerno.
Vincenzo Galdi ha illustrato la nuova frontiera della smart house che è l'integrazione delle fonti rinnovabili nella gestione energetica dell'abitazione; nel laboratorio S.I.S.T.E.M.I. Elettrici del DIIn un team di giovani ricercatori Patrizia Santoro e Manlio Landi hanno presentato un caso di studio: cioè mettere a punto una piattaforma tecnologica in grado di supportare servizi avanzati domotici per il Power & l'Energy Management (P&E M) in presenza di autogenerazione; questo perché il V Conto Energia prevede che l'energia in esubero autoprodotta vada immessa in rete senza essere più recuperabile.
Viene meno, in tal modo, la parte dell'incentivo legata alla possibilità di utilizzare tutta l'energia prodotta, differendone il consumo. Per Francesca Romana D'ambrosio, sempre del Dipartimento di Ingegneria Industriale dell'Università di Salerno lo sviluppo è sostenibile «se soddisfa i bisogni della generazione presente senza compromettere la possibilità delle generazioni future di soddisfare i propri», recependo il Rapporto Brundtland del 1987. I consumi energetici in Italia sono ripartiti in modo più o meno uguale tra trasporti e settore civile; l'industria è in sofferenza. Le percentuali sono 32, 35, 22%.
Circa due terzi dei consumi del settore civile sono relativi al residenziale il rimanente al terziario. Ma come ottenere il risparmio energetico? La passive house é la risposta più adeguata perché sfrutta le risorse naturali: sfruttamento dell'energia solare, isolamento termico ed eliminazione dei ponti termici, utilizzo di serramenti ad alta tecnologia e sistemi di ventilazione meccanica e di recupero del calore, eventualmente accoppiati a pompe di calore geotermiche.
Secondo una risoluzione presa a maggio del Parlamento Europeo, a partire dal 1° gennaio 2019 tutti gli edifici di nuova costruzione dovranno avere consumo netto di energia nullo. In riferimento agli edifici esistenti, è previsto il progressivo adeguamento e il raggiungimento, al 2020, di una percentuale di riqualificazione che sarà stabilita dagli Stati membri. Gli edifici pubblici, nuovi e/o esistenti, dovranno applicare i requisiti richiesti dalla direttiva per realizzare immobili a consumo zero entro il 2015. Data la mancanza di spazio gli altri interventi dei Convegni 2012 saranno pubblicati su un prossimo numero di CostoZero.

Download PDF
Costozero: scarica la rivista in formato .pdf
Dicembre - 2790 Kb
 

Cheap oakleys sunglassesReplica Watcheswholesale soccer jerseyswholesale jerseysnike free 3.0nike free runautocadtrx suspension trainingbuy backlinks
Direzione e Redazione: Assindustria Salerno Service s.r.l.
Via Madonna di Fatima 194 - 84129 Salerno - Tel. (++39) 089.335408 - Fax (++39) 089.5223007
Partita Iva 03971170653 - redazione@costozero.it